È arrivato il momento di avviare una startup

Sembra che questo sia il momento migliore per mettere in pratica la propria idea di business e fondare una startup. È possibile grazie al decreto Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese che ha già stanziato 110 milioni di euro, ai quali si accingono tra i 50 e i 100 milioni del Fondo Italiano di Investimento.

C’è chi sostiene, quindi, che la crisi possa essere un ottimo trampolino di lancio per il rinnovamento, come testimonia la storia di alcuni colossi nati in momenti difficili, come Ibm, Edison e Procter & Gamble.

L’Italia si sta svegliando dal suo torpore e sta diventando una fucina molto interessante di nuove imprese, per esempio secondo il rapporto Pem nel 2011 ci sono stati 43 investimenti in startup, quasi il doppio rispetto al 2009.

Non dimentichiamo l’aspetto relativo alla formazione: sempre più ampia la necessità di aggiornamento e di corsi specifici per aiutare gli aspiranti startupper a mettere in pratica la loro idea, a presentarla e a promuoverla.

Per questo ci aiutano tanti finanziamenti sia nazionali (Fondo Formazione PMI) che stanziati dalla Comunità Europea.

Finanziamenti start up: Ing Direct pensa ai nuovi imprenditori

Crediamo ancora nei nuovi imprenditori e nelle idee di business. Dopo i finanziamenti della Camera di Commercio di Roma, Ing Direct, banca on line, ha stanziato 100mila euro a fondo perduto per dare concretezza alla propria idea di impresa.

Ing Direct ha lanciato con l’incubatore veneto H-Farm l’iniziativa “Prendi parte al cambiamento”.
Per ottenere i finanziamenti il progetto deve avere alcune caratteristiche, ovvero deve riguardare le tecnologie digitali e dare una certa rilevanza al web e al mobile.

Prendi Parte al Cambiamento

Dal 17 settembre sulla piattaforma prendipartealcambiamento.it sarà possibile caricare il proprio progetto per partecipare al bando che avrà scadenza il 15 dicembre.
Dopo una prima selezione, entrerà in gioco una giuria composta da Ing Direct, H-Farm e da giornalisti del Sole 24 ore, che inviterà gli aspiranti nuovi imprenditori a presentare i propri progetti di presenza nelle città di Roma, Milano e Torino.

Il vincitore verrà reso noto il 24 gennaio nella sede del Sole 24 Ore di Milano che, oltre a beneficiare dei 100mila euro messi in palio, verrà seguito da H-Farm nella fase di realizzazione del progetto.

Startup Open Day e Working Capital Accelerator: missione startup digitali, innovative, tecnologiche

Un intervento del Ministro Passera allo Italia Startup Open Day, evento dedicato alle nuove imprese e organizzato in incontri tematici di settore, che si è tenuto il 26 maggio 2012 a Treviso.

L’interazione con il Ministro è avvenuta anche su Twitter, usando l’hashtag #ISDAY. Come si era proposto Italian Startup, che ha organizzato il tutto, la manifestazione ha avuto un carattere pratico, per presentare un progetto operativo al Governo. L’obiettivo era infatti quello di trovare un punto d’incontro tra il nostro governo e i giovani imprenditori.

Molti gli interventi di startupper e giovani imprenditori del digitale, ad evidenziare una situazione di criticità per gli investimenti finalizzati all’innovazione.

I risultati? Passera ha anticipato che prima dell’estate verrà la luce un provvedimento che andrà incontro alle esigenze amministrative, fiscali e operative delle nuove imprese.

Working Capital AcceleratorNel frattempo Telecom Italia ha avviato Working Capital Accelerator, stanziando 500mila euro (in 20 premi da 25 mila euro) per le nuove imprese, la ricerca digitale e l’innovazione.

Si potranno presentare dei progetti con durata 12 mesi e per partecipare basta registrarsi al sito di Working Capital, scaricare il kit per proporre l’idea e caricare il progetto dettagliato entro l’11 luglio.