Cresce Italia Startup

 

Italia Startup è un’associazione privata nata per favorire la creazione di imprese innovative e continua a crescere passando da 6 a 20 soci tra cui:
- Telecom Italia
- Iab Italia
- Politecnico di Milano
- Alleantia
- Ngi
- Siamo Soci

Nello statuto sono compresi gli obiettivi dell’associazione che ha avvertito la necessità di fornire un supporto concreto agli startupper:

1) stimolare e facilitare la nascita e la crescita di startup imprenditoriali in Italia;
2) facilitare l’incontro e la sinergia di soggetti, progetti ed iniziative capaci di accelerare lo sviluppo di startup imprenditoriali in Italia;
3) favorire l’abbattimento delle barriere che frenano le iniziative suddette;
4) favorire una cultura dell’imprenditorialità legata all’innovazione dei modelli aziendali;
5) contribuire alla identificazione, comunicazione e attivazione di call for projects su temi strategici e in base a priorità chiare degli attori privati, delle autorità territoriali e del governo;
6) favorire l’interconnessione di quanto precede con i mercati europei e internazionali;
7) costituire su tutti i punti precedenti uno spazio di dialogo, incontro e cooperazione tra attori privati, attori istituzionali, e il Governo.

Sul sito dell’associazione sono disponibili tutte le informazioni relative allo statuto completo e alle modalità di adesione.

Sostegno alle start up: interventi da parte del Governo

Il Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ha reso noto il documento, dal titolo Restart Italia, che contiene l’elenco degli interventi più urgenti per agevolare la nascita e lo sviluppo di nuove imprese.

Tra le proposte, c’è la costituzione della iSrl, società che può essere aperta con un solo euro di capitale, con attività direttamente e solamente. Il documento contiene anche la notizia dell’abbattimento di oneri fiscali e burocratici e l’adozione del cosiddetto “statuto zero”, riservato alle aziende al di sotto dei 4 anni.

Numerose anche le proposte per reperire ed organizzare fondi per le nuove imprese, oltre a tutto ciò che riguarda incubatori ed acceleratori per il loro sostegno.

Finanziamenti start up: Ing Direct pensa ai nuovi imprenditori

Crediamo ancora nei nuovi imprenditori e nelle idee di business. Dopo i finanziamenti della Camera di Commercio di Roma, Ing Direct, banca on line, ha stanziato 100mila euro a fondo perduto per dare concretezza alla propria idea di impresa.

Ing Direct ha lanciato con l’incubatore veneto H-Farm l’iniziativa “Prendi parte al cambiamento”.
Per ottenere i finanziamenti il progetto deve avere alcune caratteristiche, ovvero deve riguardare le tecnologie digitali e dare una certa rilevanza al web e al mobile.

Prendi Parte al Cambiamento

Dal 17 settembre sulla piattaforma prendipartealcambiamento.it sarà possibile caricare il proprio progetto per partecipare al bando che avrà scadenza il 15 dicembre.
Dopo una prima selezione, entrerà in gioco una giuria composta da Ing Direct, H-Farm e da giornalisti del Sole 24 ore, che inviterà gli aspiranti nuovi imprenditori a presentare i propri progetti di presenza nelle città di Roma, Milano e Torino.

Il vincitore verrà reso noto il 24 gennaio nella sede del Sole 24 Ore di Milano che, oltre a beneficiare dei 100mila euro messi in palio, verrà seguito da H-Farm nella fase di realizzazione del progetto.