Perché questo blog


Perchè sono una donna.

Perché ho dovuto faticare un po’ di più di un uomo per trovare la mia strada.

Perché, fin da quando ero piccola, non ho trovato intorno a me molti modelli di donne ai quali invece avrei voluto attingere, ma molto più spesso molti modelli di donne dai quali ho voluto prendere le distanze.

Perché in alcuni momenti ho rallentato il mio percorso di crescita personale e professionale perché disorientata dai modelli dominanti.

Perché tante donne intorno a me spesso si sono bloccate o sono state bloccate prima di essere arrivate fino in fondo, anche quando avevano un’ottima idea di business o le capacità per ricoprire una posizione aziendale.

Perché ho affrontato le difficoltà legate al doversi adattare al mondo lavorativo dove a volte è problematico far passare un modo diverso di affrontare e gestire le situazioni.

Perché spesso io, appassionata del mio lavoro e tenace, sono stata scambiata per iperambiziosa, aggressiva anzi direi “rapace” (la famosa “donna in carriera” che sa tanto di “tigre all’assalto”).

Perché è importante raccontare storie concrete di tutte quelle donne che hanno cercato e magari sono riuscite a creare qualcosa di nuovo e/o di grande.

Perché è utile passare in rassegna le storie delle donne che sono a capo di aziende più o meno rilevanti, ma anche di quelle che hanno fatto e fanno startup.

Perché raccoglierle credo sia indispensabile per costruire dei nuovi modelli di cui c’è indiscutibilmente bisogno in Italia e non solo.

Perché ancora in poche ci siamo preoccupate di raccontare come e perché alcune di noi “ce l’hanno fatta” a conquistarsi l’indipendenza economica attraverso un lavoro stimolante e gratificante.

Perché credo che ognuna di noi abbia il diritto di cercare e trovare la propria strada con le armi lecite della volontà, della tenacia, della passione e della competenza.

Perché la metà delle nostre risorse umane è sprecata.

Perché le donne sono ancora ai margini del mercato del lavoro e soprattutto quando si tratta di ricoprire ruoli di un certo livello.

Perché il danno non è solo per le donne, ma è per tutti.

Cosa troverai in questo blog

Particolare evidenza in questo blog avranno le storie reali di donne che grazie spesso all’utilizzo di quello straordinario, prezioso, meritocratico strumento che è Internet sono riuscite ad iniziare e/o a promuovere un’attività imprenditoriale o professionale. Ma troverai anche iniziative a favore dell’imprenditoria femminile e delle start-up, progetti e sostegno allo sviluppo delle competenze web delle donne, ricerche e studi sullo stato dell’imprenditoria femminile e sulla presenza delle donne in aziende.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>